a    

Accedi

Seguici sui social

Top

Trattamento dell’Infiammazione in Acuto

Nella pratica clinica capita spesso di trovarsi davanti a un paziente che presenta I SEGNI DI UN’INFIAMMAZIONE IN FASE ACUTA.

In questi casi non è facile procedere nel modo terapeuticamente corretto, in quanto il distretto infiammato è affetto da un DOLORE ELEVATO e, se non si utilizzano le tecniche di trattamento adatte, si corre il rischio di PEGGIORARE il quadro clinico.

Contrariamente a ciò che si potrebbe comunemente pensare però, in caso di infiammazione l’intervento fisioterapico è ASSOLUTAMENTE CONSIGLIATO.

Per impostare correttamente un’efficace terapia è necessario capire quali sono gli OBIETTIVI TERAPEUTICI principali.

Possiamo identificarne con sicurezza due:

-> RIDUZIONE DEI LIVELLI DI DOLORE

-> FACILITAZIONE DEL FISIOLOGICO DECORSO DELL’INFIAMMAZIONE

 

Trattandosi di una risposta fisiologica del corpo, la condizione infiammatoria non deve essere BLOCCATA, ma bensì facilitata. Il tipo di lavoro terapeutico sarà pertanto mirato a garantire una migliore qualità di vita del paziente e favorire una maggiore funzionalità del distretto, mentre si tiene la condizione clinica sotto controllo.

 

Vi sono poche tecniche mirate che possono essere utilizzate con l’infiammazione, tuttavia, se applicate in modo adeguato, possono dare un’eccellente risposta terapeutica.

Una sequenza razionale di approccio all’infiammazione acuta può essere il seguente, suddiviso in 3 fasi:

 

FASE 1 – terapia manuale durante la seduta

1A) POMPAGE ANTALGICO

1B) STRETCH & SPRAY

1C) SFREGAMENTO SUPERFICIALE + LINFODRENAGGIO

 

FASE 2 – terapia complementare al termine della seduta

2A) APPLICAZIONE DI KINESIOLOGY TAPING

2B) APPLICAZIONE DI ARGILLA

 

FASE 3 – (auto)terapia a casa

3A) COLD/HOT THERAPY O APPLICAZIONE DI GHIACCIO

 

Vediamo le varie fasi nel dettaglio.

FASE I – terapia manuale durante la seduta

1A) POMPAGE ANTALGICO

Il primo obiettivo da ottenere è il controllo del dolore. Per fare questo si può ricorrere in modo efficace al POMPAGE ANTALGICO del distretto, quando possibile. Il Pompage Antalgico è una variante delle varie tecniche di Pompage mirata all’attivazione del gate-control e pertanto alla riduzione dell’algia dell’area.

Si svolge sempre attraverso le tre fasi di Pompage di messa in tensione, mantenimento e ritorno, con due importanti differenze:
-i tempi delle tre fasi sono molto rapidi, al di sotto dei 5 secondi;
-durante la fase di mantenimento della tensione, si applica un blando stimolo vibratorio al distretto trattato.
Si effettuano almeno una trentina di cicli di Pompage, accertandosi che il paziente tragga sollievo dalla manovra.

ATTENZIONE! Non si deve assolutamente applicare il Pompage Antalgico in caso di TRAUMA ACUTO o FORTE INSTABILITA’ DELL’AREA: in questi casi il modo corretto di procedere è APPLICARE IL PROTOCOLLO P.R.I.C.E.

1B) STRETCH & SPRAY

Lo Stretch & Spray è una tecnica di trattamento di difficile applicazione ma di amplissima versatilità, in quanto può essere utilizzata anche in situazioni infiammatorie e di trauma acuto. Consiste in una terapia combinata di crio-analgesia, trattamento dei Thicken Point attivi e modellamento fisiologico della componente fasciale.

Per APPLICARE LO STRETCH & SPARY IN MODO CORRETTO, si possono seguire questi passaggi:
-si mette il paziente con il distretto da trattare in posizione rilassata e non stretchata
-si inonda con un getto di ghiaccio spray della durata di circa 3 secondi sia la parte da trattare (quella infiammata) che l’eventuale zona a monte o a valle in cui sono presenti Thicken Point attivi
-si porta delicatamente il distretto in stretch di qualche grado (o di qualche centimetro)
-si lavora sull’eventuale Thicken Point attivo con tecniche di Restrain (preferibile), tecniche di sfregamento profondo o pressione ischemica per almeno 30 secondi
-si ripete nuovamento lo stesso ciclo applicando il ghiaccio spray

Questo tipo di trattamento si protrae per alcuni minuti. Raggiunto il punto di massimo allungamento fisiologico e non doloroso del distretto, è possibile ripetere nuovamente il trattamento partendo di nuovo dalla posizione di riposo.
Una volta che si ritiene il trattamento concluso, si può applicare per qualche secondo un panno caldo sull’area dell’eventuale Thicken Point lavorato.

1C) SFREGAMENTO SUPERFICIALE E LINFODRENAGGIO

A questo punto si può trattare il distretto con normale massoterapia. Si applica pertanto un po’ di olio o crema sull’area e si effettua uno SFREGAMENTO SUPERFICIALE, con una pressione molto moderata e una velocità ridotta. In questo caso, l’utilizzo di eventuali oli con effetto rinfrescante può essere adeguato.

Se il distretto presenta un edema infiammatorio, in combinazione o in alternativa allo sfregamento superficiale è anche possibile applicare tecniche di LINFODRENAGGIO MANUALE. In particolare, il consiglio è quello di applicare manovre di POMPA LINFATICA e di WAVING con pressioni molto basse.

FASE 2 – terapia complementare al termine della seduta

2A) APPLICAZIONE DEL KINESIOLOGY TAPING

Terminata la parte di terapia manuale, è un utile complemento l’applicazione di KINESIOLOGY TAPING sul distretto trattato. Ovviamente, l’area va prima pulita completamente dagli oli, altrimenti il bendaggio sarà inefficace.

L’applicazione di taping più idonea è in questo caso un’applicazione LINFATICA, ovvero con l’utilizzo di un tape tagliato a “ventaglio” di 4 o 5 ali, la base del tape applicata preferibilmente sui linfonodi prossimali (o comunque a monte dell’area infiammata), il distretto corporeo in massimo allungamento consentito e NESSUNA TENSIONE applicata al tape. Si lascia l’applicazione in sede per circa 3-5 giorni, salvo che non si stacchi prima da sola.

 

2B) APPLICAZIONE DI ARGILLA

L’argilla è una sostanza che permette di avere un fisiologico effetto sfiammante sull’area, sfruttando il principio fisico della sottrazione di calore data dal suo progressivo essicamento per evaporazione dell’acqua contenuta.

Il modo più semplice di applicare l’argilla è quello di mettere uno strato sottile sulla pelle, sufficiente a coprire tutta la superficie del distretto dolente. La parte va poi avvolta con l’applicazione di alcuni strati di SALVAPELLE. Se è stato messo del tape linfatico sull’area, l’argilla può essere applicata senza problemi SOPRA al kinesiology tape.

N.B.: alcuni praticanti ricoprono lo strato di argilla con della pellicola da cucina per impedirne l’evaporazione; purtroppo, QUESTO E’ UN ERRORE, perchè così facendo si perde buona parte dell’efficacia terapeutica della sostanza.

 

FASE 3 – (auto)terapia a casa

3A) APPLICAZIONE DI GHIACCIO oppure COLD/HOT THERAPY

Terminata la seduta, è importante che il paziente svolga un’adeguata auto-terapia a casa, in modo da garantire una continuità nell’efficacia della seduta. In questo caso dobbiamo distinguere due situazioni:
a- la fase infiammatoria deriva da trauma acuto (meno di 48h);
b- la fase infiammatoria è di tipo atraumatico o sono già trascorse almeno 48h dal trauma.

Nel primo caso, il paziente dovrà applicare GHIACCIO sull’area infiammata, per circa 15-20 minuti, 2-4 volte al giorno.

Nel secondo caso invece, il paziente dovrà seguire la COLD/HOT THERAPY (PROTOCOLLO CALDO/FREDDO), che consiste nella facilitazione del decorso infiammatorio attraverso l’applicazione alternata di freddo e caldo.
Potete trovare le istruzioni per l’applicazione della cold/hot therapy a questo link: https://goo.gl/Ce1MWi

 

Conclusa la seduta, si consiglia di rivedere il paziente a distanza di una settimana, verificando lo stato dell’infiammanzione e valutando quindi se sia possibile trattare l’area con altre tecniche.

Ovviamente, se si tratta di un’infiammazione di tipo INFETTIVO, questa è assolutamente di competenza medica e va trattata per via farmacologica!

Un’infiammazione invece di tipo MECCANICO, sia essa da trauma recente o insorta per overuse, è invece di competenza fisioterapica e si può affrontare efficacemente con il protocollo appena appreso.

Buon lavoro!

Scopri di più

Cerchi un fisioterapista vicino a te?

Trovalo gratis con Physio App!

Vuoi formarti in terapia manuale?

Scopri i nuovi corsi avanzati!

Share

Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web.
I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.
NomeFornitoreScopoScadenzaTipo
__cfduidstudiozanellafisioterapia.comUtilizzato dalla rete di contenuti, Cloudflare, per identificare traffico web affidabile.1 annoHTTP
CookieConfigstudiozanellafisioterapia.comMemorizza lo stato del consenso ai cookie dell'utente per il dominio corrente1 annoHTTP
PHPSESSIDstudiozanellafisioterapia.comPreserva gli stati dell'utente nelle diverse pagine del sito.SessionHTTP
wc_fragments_#studiozanellafisioterapia.comIn attesaSessionHTML
I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione che ti trovi
Non usiamo cookie di questo tipo
I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.
NomeFornitoreScopoScadenzaTipo
_gastudiozanellafisioterapia.comRegistra un ID univoco utilizzato per generare dati statistici su come il visitatore utilizza il sito internet.2 anniHTTP
_gatstudiozanellafisioterapia.comUtilizzato da Google Analytics per limitare la frequenza delle richiesteSessionHTTP
_gidstudiozanellafisioterapia.comRegistra un ID univoco utilizzato per generare dati statistici su come il visitatore utilizza il sito internet.SessionHTTP
vuidvimeo.comRaccoglie dati sulle visite dell'utente al sito, come ad esempio quali pagine sono state consultate.2 anniHTTP
@@History/@@scroll|# [x2]studiozanellafisioterapia.com
youtube.com
In attesaSessionHTML
I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.
NomeFornitoreScopoScadenzaTipo
frfacebook.comUtilizzato da Facebook per fornire una serie di prodotti pubblicitari come offerte in tempo reale da inserzionisti terzi.3 mesiHTTP
GPSyoutube.comRegistra un ID univoco sui dispositivi mobile per consentire il tracciamento sulla base della posizione geografica GPS.SessionHTTP
VISITOR_INFO1_LIVEyoutube.comProva a stimare la velocità della connessione dell'utente su pagine con video YouTube integrati.179 giorniHTTP
YSCyoutube.comRegistra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente.SessionHTTP
I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.
Non usiamo cookie di questo tipo
I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente.

La legge afferma che possiamo memorizzare i cookie sul suo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie abbiamo bisogno del suo permesso.

Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono collocate da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine.

In qualsiasi momento è possibile modificare o revocare il proprio consenso dalla Dichiarazione dei cookie sul nostro sito Web.

Scopra di più su chi siamo, come può contattarci e come trattiamo i dati personali nella nostra Informativa sulla privacy.