a    

Accedi

Seguici sui social

Top

TRATTAMENTO DEL CRAMPO MUSCOLARE NELLO SPORT

Il CRAMPO MUSCOLARE è una condizione patologica molto frequente nello sport rappresentata da una contrazione involontaria globale, dolorosa e persistente di un muscolo.

Ad innescare un crampo solitamente è una temporanea insufficienza locale di ATP, Glucosio, Sali di Calcio e/o disidratazione dell’area colpita. Il muscolo, andando in deplezione di metaboliti utili alla contrazione, subisce un improvviso blocco delle teste miosiniche nelle logge actiniche, generando in contrazione spastica con impossibilità di rilasciamento volontario.

La contrazione patologica in atto aumenta il diametro delle fibre muscolari e determina cosÏ una vasocostrizione che impedisce l’afflusso sanguigno, creando un CIRCOLO VIZIOSO che blocca, di fatto, la persona nella condizione di crampo.

Quando colpito da crampo, l’atleta ha la percezione di un’immediata PERDITA FUNZIONALE, un dolore acuto e il desiderio istintivo di portare in allungamento la parte affetta. Spesso questa soluzione basta a ripristinare la normotonia e la funzionalità del muscolo, ma in assenza di adeguata terapia manuale e una reidratazione non è tuttavia sufficiente ad impedire una successiva recidiva a breve di un altro crampo, a seguito della ripresa dell’attività sportiva.

L’instaurarsi di un crampo non è necessariamente correlato alla presenza di aree di THICKENING MIOFASCIALE, tuttavia quando queste sono presenti costituiscono un fattore predisponente a crampi recidivanti e pertanto andrebbero trattate poi in un secondo momento attraverso tecniche di RESTRAIN.

 

PREVENZIONE DEL CRAMPO

Essendo una problematica MULTIFATTORIALE con una forte componente di tipo biochimico e metabolico, il crampo può essere efficacemente prevenuto adottando le seguenti attenzioni:
-Adeguato apporto idrosalino (acqua, Sali di Ca++);
-Adeguato apporto di zuccheri (carboidrati a rapida e lenta assimilazione);
-Adeguata preparazione dell’atleta nel pre-gara (idoneo warm-up, MASSAGGIO PRE-GARA e stretching dinamico);
-Adeguato scarico in fase di warm-down (defaticamento, stretching statico e MASSAGGIO POST-GARA).

 

TERAPIA RAPIDA DEL CRAMPO IN ACUTO

Tra tutte le condizioni cliniche, il crampo è l’unica che nello sport permette una ripresa della competizione immediata e senza pericoli per l’atleta, purché essa venga trattata nelle modalità corrette.

Il trattamento, per essere efficace, deve pertanto mirare a TRE OBIETTIVI:
a) Rilasciamento e allungamento del muscolo colpito;
b) Ripristino del flusso circolatorio;
c) Eliminazione della contrattura e normotonizzazione.

Il trattamento solitamente è molto rapido e dura meno di un minuto, fattore fondamentale per gli sport che non permettono una sospensione troppo prolungata della competizione.

La corretta TERAPIA MANUALE del crampo in acuto quindi è costituita da una rapida successione di tecniche, la cui esecuzione viene facilitata dall’utilizzo di un olio da massaggio.

ESECUZIONE DEL TRATTAMENTO

FASE 1 – STRETCHING della parte colpita

Il terapista porta in allungamento il distretto colpito dal crampo per qualche secondo (da 3 a 6 secondi solitamente). In questa fase l’atleta può aiutare il terapista allungando il distretto attivamente. Una volta che lo spasmo muscolare si è ridotto, si riduce leggermente il grado di allungamento del distretto.

FASE 2 – SFREGAMENTO SUPERFICIALE (Shallow Rubbing) del muscolo

Si effettuano alcuni passaggi rapidi di sfregamento manuale a media intensità sulla parte in spasmo, tenendo le mani a superficie ampia e distribuendo al contempo l’olio sull’area. Questa manovra serve a riattivare la vascolarizzazione locale.

FASE 3 – SFREGAMENTO PROFONDO (Deep Rubbing) del muscolo

Si effettuano 2-4 passaggi di sfregamento profondo a una velocità moderata, focalizzando la pressione sulle 4 dita o sui pollici, a seconda della posizione delle mani adottata. Questa manovra riduce significativamente eventuali ipertonie locali residue.

FASE 4 – IMPASTAMENTO A SPREMITURA (Squeezing) del muscolo

Si effettuano alcuni cicli di impastamento a spremitura, applicando delle pressioni alternate in senso centripeto con presa delle mani “a pinza”. Questa manovra riduce in modo globale l’ipertonia muscolare della loggia colpita.

Arrivati a questo punto, si torna alla FASE 2 e si ripete un altro ciclo di Sfregamento superficiale, Sfregamento profondo e Squeezing, per poi passare alla fase successiva.

FASE 5 – RULLATA (Rolling) della loggia muscolare

Nella fase conclusiva, si effettua una Rullata rapida alternata della loggia muscolare (nei distretti meno voluminosi Ë possibile anche effettuare un half-rolling), facendo letteralmente “rotolare” il muscolo in direzioni alterne. Questa manovra, oltre ad avere un effetto vascolarizzante, induce uno stimolo alla fibrocontrattilit‡ muscolare.

Al termine della sequenza, un immediato apporto idrosalino tramite soluzione isotonica può facilitare l’effetto terapeutico e ridurre la probabilità di recidiva.

Ottimo lavoro!

Scopri di più

Cerchi un fisioterapista vicino a te?

Trovalo gratis con Physio App!

Vuoi formarti in terapia manuale?

Scopri i nuovi corsi avanzati!

Share

Accedi gratuitamente al videocorso di Fisioterapia Sportiva

Inserisci i tuoi dati per migliorare esponenzialmente l’efficacia e la qualità tecnica dei tuoi trattamenti sugli sportivi

Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web.
I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.
NomeFornitoreScopoScadenzaTipo
__cfduidstudiozanellafisioterapia.comUtilizzato dalla rete di contenuti, Cloudflare, per identificare traffico web affidabile.1 annoHTTP
CookieConfigstudiozanellafisioterapia.comMemorizza lo stato del consenso ai cookie dell'utente per il dominio corrente1 annoHTTP
PHPSESSIDstudiozanellafisioterapia.comPreserva gli stati dell'utente nelle diverse pagine del sito.SessionHTTP
wc_fragments_#studiozanellafisioterapia.comIn attesaSessionHTML
I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione che ti trovi
Non usiamo cookie di questo tipo
I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.
NomeFornitoreScopoScadenzaTipo
_gastudiozanellafisioterapia.comRegistra un ID univoco utilizzato per generare dati statistici su come il visitatore utilizza il sito internet.2 anniHTTP
_gatstudiozanellafisioterapia.comUtilizzato da Google Analytics per limitare la frequenza delle richiesteSessionHTTP
_gidstudiozanellafisioterapia.comRegistra un ID univoco utilizzato per generare dati statistici su come il visitatore utilizza il sito internet.SessionHTTP
vuidvimeo.comRaccoglie dati sulle visite dell'utente al sito, come ad esempio quali pagine sono state consultate.2 anniHTTP
@@History/@@scroll|# [x2]studiozanellafisioterapia.com
youtube.com
In attesaSessionHTML
I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.
NomeFornitoreScopoScadenzaTipo
frfacebook.comUtilizzato da Facebook per fornire una serie di prodotti pubblicitari come offerte in tempo reale da inserzionisti terzi.3 mesiHTTP
GPSyoutube.comRegistra un ID univoco sui dispositivi mobile per consentire il tracciamento sulla base della posizione geografica GPS.SessionHTTP
VISITOR_INFO1_LIVEyoutube.comProva a stimare la velocità della connessione dell'utente su pagine con video YouTube integrati.179 giorniHTTP
YSCyoutube.comRegistra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente.SessionHTTP
I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.
Non usiamo cookie di questo tipo
I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente.

La legge afferma che possiamo memorizzare i cookie sul suo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie abbiamo bisogno del suo permesso.

Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono collocate da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine.

In qualsiasi momento è possibile modificare o revocare il proprio consenso dalla Dichiarazione dei cookie sul nostro sito Web.

Scopra di più su chi siamo, come può contattarci e come trattiamo i dati personali nella nostra Informativa sulla privacy.